Sintesi del progetto



Le biotecnologie rappresentano una delle frontiere più promettenti della scienza contemporanea, in grado di fornire nuove opportunita' per combattere le malattie e per allargare gli orizzonti della nostra conoscenza dei sistemi viventi.
Grazie alla pluralità di tecnologie sviluppate nei diversi campi di applicazione, sono presenti nella nostra quotidianità a tal punto che non ne abbiamo percezione. Le biotecnologie sono inoltre ampiamente utilizzate nello sviluppo di nuove terapie mediche o innovativi strumenti di diagnosi.
Ed è proprio nel campo della diagnostica, della prevenzione e della terapia che le biotecnologie promettono, e in molti casi hanno già ottenuto, i migliori risultati, con un ampio spettro di temi toccati dalla ricerca avanzata: l'immunologia e i vaccini, le cellule staminali, la terapia genica, il settore cardiovascolare, l'oncologia, la cura del diabete.

A tale diffusione pare però non corrispondere nell’opinione pubblica altrettanta serena consapevolezza.

Per questo motivo proponiamo un progetto che sarà svolto in collaborazione con la Fondazione per le biotecnologie - Life Learning Center di Torino, che punta a ridurre il gap esistente tra i giovani e la ricerca scientifica con una formula che sposa il rigore didattico all’intrattenimento inducendo un atteggiamento di accoglienza positiva verso la ricerca biotecnologica con l’obiettivo di stimolare la curiosità intelligente e lo spirito di indagine, che sono allo stesso tempo traino e presupposto per avviarsi ad una solida carriera scientifica.

La Fondazione per le biotecnologie - Life Learning Center é un’istituzione senza fini di lucro di carattere formativo e divulgativo, che opera con enti pubblici e privati sul territorio ed é sostenuta dalla Regione PIEMONTE, DALLA REGIONE AUTONOMA DELLA VALLE D’AOSTA E DALLA COMPAGNIA DI SAN PAOLO.
La Fondazione é divenuta un punto di riferimento per la formazione avanzata residenziale e on-line nel campo delle biotecnologie, e si impegna attivamente come provider nel campo della formazione sanitaria organizzando eventi accreditati al Ministero della salute (ECM).

Indagini svolte sul territorio italiano, da Observa Science & Society (2005) e il risultato dell’Eurobarometro (giugno 2006) evidenziano una richiesta da parte dei pubblici di una maggiore informazione e partecipazione ai temi delle scienze della vita e in particolare alle biotecnologie.

Sulla base di queste indicazioni, abbiamo pensato di coinvolgere il network dei Life Learning Center, il primo Consorzio per la formazione e la ricerca sulle scienze della vita.
Questo network ha come missione quella di diffondere la cultura scientifica al fine di comunicare un approccio positivo e consapevole verso il mondo delle biotecnologie, per questo motivo si occupa di organizzare: attività didattico-formative di laboratorio per gli studenti delle scuole superiori, secondo una metodologia “hands on”, corsi di formazione e aggiornamento per insegnanti e attività di divulgazione per il grande pubblico.

In collaborazione con la Fondazione per le biotecnologie - Life Learning Center di Torino, sopradescritta, ci piacerebbe organizzare un’iniziativa comune che coinvolga i Life Learning Center più strategici sul territorio come Milano, Torino, Bologna e Napoli.


L’obiettivo di questa iniziativa é di offrire, agli studenti delle scuole superiori, la possibilità di sperimentare in prima persona i processi di ricerca e sviluppo biotecnologici in laboratori attrezzati con elementi di alta tecnologia, dando loro la possibilità di aver un contatto diretto e informale con giovani ricercatori e il supporto di materiale didattico (manuali e materiali multimediali).
I laboratori didattici saranno svolti presso il Life Learning Center Network nelle città di: Torino (Fondazione per le Biotecnologie), Milano (CusMiBio, Centro Univedrsità di Milano – Scuola per la diffusione delle Bioscienze), Bologna (Centro di Formazione e ricerca sulle scienze della vita) e Napoli (Fondazione IDIS - Città della scienza).

Gli studenti che partecipano alle iniziative, frequentano uno stage di una mattinata in strutture universitarie, dove hanno l’occasione di sperimentare attraverso avanzate strumentazioni le tecniche biotecnologiche usate nei laboratori di ricerca per approfondire lo studio delle malattie, la genetica dell’uomo e delle piante e lo sviluppo di nuovi farmaci e vaccini.

Gli studenti sono seguiti a piccoli gruppi da laureandi e ricercatori in biotecnologie, poiché il contesto universitario rappresenta un evento unico nel suo genere e permette la formazione di un ponte non solo didattico e sperimentale ma anche reale con il mondo dell’istruzione universitaria e soprattutto della ricerca.

I laboratori

Le esercitazioni di laboratorio vengono strutturate dal Life Learning Center Network su tutto il territorio nazionale e comprendono differenti moduli sui vari temi attinenti alle biotecnologie.

Con l’intento di coinvolgere AMGEN in questo network, vi proponiamo di diventare parte attiva del progetto con un programma di laboratori dedicato a temi di vostro interesse da svolgere durante l’anno scolastico 2008-2009.
Il progetto prevede la realizzazione di 200 laboratori didattici per un totale di 1100 ore di formazione attiva rivolta agli studenti delle classi secondarie superiori nelle quattro città indicate, con l’obiettivo di coinvolgere un totale di 6.000 studenti sul territorio nazionale che saranno così stimolati e orientati verso una formazione di tipo scientifico.


Lo svolgimento

L’esperienza in laboratorio dura complessivamente 5 ore e prevede due parti: una introduttiva, dove vengono presentati gli aspetti teorici di base dell’esercitazione e le applicazioni, e una “hands on”, dove gli studenti realizzano in prima persona esperimenti guidati e selezionati per il loro interesse didattico.
A tutti i partecipanti sono distribuiti inoltre manuali di laboratorio, comprendenti le schede tecniche per lo svolgimento delle attività, il materiale di approfondimento e il glossario dei termini tecnico-scientifici.