"INRIM (Isituto Nazionale di Ricerca Metrologia)"

www.inrim.it

2014 ad oggi - Ufficio Stampa e Comunicazione. Lavoro di Ufficio Stampa e promozione delle iniziative esterne. Proposte legate ad iniziative di comunicazione per dare visibilità all'Ente. Realizzazione di iniziative di divulgazione scientifica con l'obiettivo di far conoscere al grande pubblico la ricerca metrologica.
L'Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica è nato il 1° gennaio 2006 dalla fusione dell'Istituto Elettrotecnico Nazionale "Galileo Ferraris" (IEN) e dell'Istituto di Metrologia "Gustavo Colonnetti" del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IMGC), è un ente pubblico nazionale con il compito di svolgere e promuovere attività di ricerca scientifica nei campi della metrologia.
L'N.RI.M. effettua studi e ricerche finalizzati alla realizzazione dei campioni primari delle unità di base e derivate del Sistema Internazionale SI, mantiene nel tempo, confronta a livello internazionale e mette a disposizione i campioni realizzati. Numerosi sono gli ambiti di ricerca di base ed applicata, le costanti fisiche fondamentali, i materiali, la metrologia per la chimica, le nanotecnologie, la realizzazione di nuovi dispositivi e strumentazione innovativa per la misurazione, studi sull'informazione quantistica e la visione artificiale.

"PREMIO BALZAN"

www.balzan.org

2012 ad oggi - Consulenza e ufficio stampa per la Fondazione Internazionale Premio Balzan che promuove nel mondo la cultura, le scienze e le più meritevoli iniziative umanitarie, di pace e di fratellanza tra i popoli e assegna quattro premi annuali, ciascuno di 610,000 euro: due nelle lettere, scienze morali e arti, due nelle scienze fisiche, matematiche, naturali e medicina.
Dal 2001, il vincitore del Balzan è tenuto a destinare metà del premio al finanziamento di progetti di ricerca condotti preferibilmente da giovani umanisti e scienziati. Con un intervallo non inferiore a un triennio, la Fondazione Balzan assegna anche un premio per l'umanità , la pace e la fratellanza fra i popoli.


"ASSOCIAZIONE CENTRO SCIENZA ONLUS"

www.centroscienza.it

Collaborazione temporanea per il fundrasing legato alla realizzazione delle conferenze del programma Giovedì Scienza.

"Festival della Scienza di Genova 2013"

In Occasione dell'Anno Europeo contro lo spreco e la sostenibilità alimentare, ho ideato e organizzato, durante il Festival della Scienza di Genova, la seguente iniziativa: "Love food, hate waste" RIDURRE LO SPERCO ALIMENTARE, SI PUO'?
In Europa, una stima di 89 milioni di tonnellate di alimenti sono scartati ogni anno a qualsiasi stadio della filiera alimentare.
La riduzione dello spreco è in cima all'agenda delle Istituzioni dell'UE e il Parlamento Europeo ha richiesto un'azione collettiva immediata per dimezzare lo spreco alimentare entro il 2025.
Per approfondire questo tema, di grande attualità, ho organizzato il 1 novembre una conferenza con relatori d'eccellenza e una cena speciale, per gli "Amici del Festival della Scienza", in partnership con Eataly, Coop Liguria, Gancia, Pamfood e il Pastificio Novella.

LA CONFERENZA
L'alimentazione è il settore nel quale si avverte più forte l'esigenza di proteggere il consumatore, non solo per l'importanza di nutrirsi correttamente, ma anche perchè alla spesa ogni famiglia dedica circa il 50% del proprio bilancio. Sono queste le ragioni per le quali alla sicurezza e alla qualità dei prodotti sono rivolte molte norme italiane ed europee.

Modera: Patrizio Roversi di "Turisti per caso"

Relatori:
- Roberto Defez, primo ricercatore all'Istituto di Genetica e Biofisica "Adriano Buzzati Traverso" del CNR di Napoli
- Agostino Macri, Responsabile per la sicurezza alimentare dell'Unione Nazionale Consumatori ed già Direttore del Dipartimento di sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare presso l'Istituto Superiore di Sanità.
- Valter Bordo, Presidente Slow Food Liguria
- Francesco Berardini, Presidente Coop Liguria

LA CENA
Eataly Genova ha messo a disposizione lo Chef del ristorante il "Marin", il quale ha studiato un menu particolare con i prodotti in scadenza offerti dai Partner. La cena è stata delineata da piatti tipici liguri e cucinata ad hoc per gli "Amici del Festival".



"Festival della Scienza di Genova 2012"

Per conto del Barilla Center for Food and Nutrition, ideazione e organizzazione della conferenza:
ABITUDINI ALIMENTARI E SOSTENIBILITA'
Relatori: Riccardo Valentini, Dario Bressanini, Roberto Defez, Marilena Colussi - modera: Patrizio Roversi

Che esista una dieta sostenibile per l'uomo e anche per il Pianeta continua a suscitare sorpresa e dibattito. L'evidenza scientifica non è sufficiente per modificare i comportamenti collettivi e generare consapevolezza. In quest'ottica, nella terza edizione del paper "Doppia Piramide" del Barilla Center for Food and Nutrition, si avvia una prima riflessione per capire il ruolo del prezzo sui comportamenti alimentari. Le persone con minori disponibilità economiche adottano generalmente diete meno responsabili. Ma mangiare sano non è sempre più costoso, e se si sa quali cibi scegliere, una dieta sostenibile può addirittura essere meno cara. Anche senza considerare i "costi occulti" di tipo sanitario che, nel medio-lungo periodo, si rischiano di sostenere quando la propria alimentazione è squilibrata. La vera sfida, oggi, è quella di un'educazione alimentare continuativa, che coinvolga tutti gli attori del sistema e non si fondi solo su iniziative parziali e frammentarie.


RASSEGNA STAMPA:

TuttoScienze 31 ottobre 2012
Il Secolo XIX 3 novembre 2012



"Festival della Scienza di Genova 2011"

Organizzazione della Conferenza: "MarcoPolo 2010: con la genetica attraverso etnie, gusti, tradizioni, culture".
Un progetto di: IRCCS-Burlo Garofolo, Sissa Medialab, Slow Food e Terra Madre.

Relatori: Guido Barbujani (Scrittore e genetista, Università di Ferrara), Paolo Gasparini, (vincitore del premio "Grande Ippocrate" 2011, è genetista dell'Università di Trieste e primario all'istituto Burlo Garofolo)
Introduce: Enrico Balli;
Modera: Patrizio Roversi

La spedizione ha studiato la genetica dell'olfatto, dell'udito e la percezione dei colori, temi che hanno permesso di ricostruire un quadro genetico più completo e di comprendere meglio anche i dati sul gusto.
TuttoScienze, 11 gennaio 2012



"BIOTECHE: Viaggio nel mondo biotecnologico"

Alla luce dei nuovi legami che si sono creati negli ultimi anni tra l'arte contemporanea e il mondo scientifico, la Fondazione Biotecnologie - Life Learning Center Network in collaborazione con la Fondazione Rosselli, il Molecular Biotechnology Center Italy, l'Istituto di Genetica e Biofisica A. Buzzati-Traverso, l'Institut of Biotechnology Finland, la Ljubljana Faculty of Education, lo European Molecular Biology Laboratory (EMBL), il PAV Parco d'arte vivente di Piero Gilardi, e la partnership di Farmindustria e Assobiotec, hanno presentato un progetto, ideato e coordinato da Lorenza Accusani, in occasione dello Euroscience Open Forum ESOF2010.
Le diverse istituzioni coinvolte hanno messo a disposizione la loro esperienza divulgativa nel campo scientifico e artistico, per cercare di far chiarezza su un tema complesso e tuttora dibattuto come quello delle biotecnologie, con l'obiettivo di raggiungere sia gli studenti delle scuole superiori sia un pubblico adulto. Sono stati utilizzati diversi mezzi di
comunicazione di seguito approfonditi: una mostra che si sviluppa tra arte e scienza, hands-on laboratories (laboratori didattici), workshops e conferenze divulgativo scientifiche.

Consulta le pagine dedicate al progetto

English version

Conferenze ESOF2010 (Scientific Programme):

Torna su


"Le biotecnologie applicate alla scienza medica"

Di seguito il progetto che è stato pensato e presentato in collaborazione con la Fondazione Biotecnologie alla Amgen Foundation America e selezionato dalla United Way International. Sarà realizzato nel 2009 e rappresenta uno dei 4 progetti che hanno passato la selezione UWI in Europa.

Consulta le pagine dedicate al progetto

Torna su


"ARTEMATICA"

Progetto promosso dal Dipartimento di Matematica dell'Università di Torino, in collaborazione con l'Accademia Albertina delle Belle Arti - Gruppo Radice, Lorenza Accusani, Eva Filoramo e la partnership dell'Associazione
Subalpina Mathesis e del Centre for Nonlinear Studies di Tallinn, Estonia

Sulla base dell'idea di Galileo, secondo cui il libro della natura è scritto "in lingua matematica, e i caratteri sono triangoli, cerchi ed altre figure geometriche", questo progetto si propone di avvicinare all'arte chi è appassionato di matematica e, di rimando, incuriosire chi è abituato alle modalità dell'arte al linguaggio della natura.

Scienza e arte si confrontano in un'originale mostra che conduce il visitatore a scoprire alcuni dei più importanti temi della storia della matematica.

Gli aspetti più affascinanti delle formule matematiche, che spaziano dai numeri primi al teorema di Fermat, dalla topologia al teorema dei quattro colori sono rappresentati lungo un percorso dove il linguaggio della matematica e dell'espressione artistica si sviluppano in modo complemetare: da un lato, il concetto matematico inserito nel suo contesto storico e scientifico; dall'altro, le opere d'arte create dai giovani artisti sulla base delle suggestioni suscitate dal dialogo con gli scienziati.

English version

Consulta le pagine dedicate al progetto

Torna su

"Reading di Giuseppe Cederna"

Salone Internazionale del Libro di Torino 2009 (14-18 maggio)

"La donna che morì dal ridere e altre storie" ovvero i misteri del Sè - a cura di Lorenza Accusani.

Il reading di Giuseppe Cederna, ha l'obiettivo di indurre il visitatore a riflettere sulla relativa precarietà della percezione consapevole del Sè e della realtà che ci circonda. Le letture presentate al pubblico, sono tratte da "L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello" di Oliver Sacks, "La donna che morì dal ridere" di V.S.Ramachandran e "Proust era un neuroscienziato" di Jonah Lehrer.

Salone internazionale del libro - programma del 15 maggio 2010

Salone internazionale del libro - La Stampa 15 maggio 2010

Torna su


"Jules et Jim" - Reading teatrale di David Riondino"

Salone internazionale del Libro 2010 Torino
(Ingresso gratuito)

Partendo dalla suggestione del tema portante dela prossima edizione del Salone del Libro 2010, David Riondino, noto attore di teatro e di cinema, ricostruirà "a ritroso", la memoria storica di questo romanzo attraverso alcune letture liberamente tratte sia dal romanzo sia dalle fonti originarie della creazione letteraria i Taccuini. Gli anni "Jules et Jim", nelle quali vediamo nascere e svilupparsi una vicenda d'amore e d'amicizia che mai, se non allora,
sarebbe stato possibile concepire.
"Uno dei più bei romanzi moderni che io conosca è Jules e Jim di Henri-Pierre Rochè": così scriveva nel 1955 ç Truffaut, che pochi anni dopo avrebbe portato sullo schermo la vicenda sconcertante dell'armonioso triangolo che ha come protagonisti lo stesso Rochè, lo scrittore tedesco Franz Hessel e sua moglie, Helen.
Le immagini del film hanno accompagnato la lettura di Riondino.

Introduce Sandra Troise, Direttrice dell'Alliance Française di Torino,
Delegata generale delle Alliances Françaises in Italia
Selezione testi a cura di Lucia De Rienzo
Iniziativa a cura di Lorenza Accusani

Torna su


"Ai confini della coscienza"

Questo progetto, sviluppato sul tema delle neuroscienze, e selezionato dallo "Euroscience Open Forum 2008" (Barcellona, 17-22 luglio), illustra l'alterazione dei meccanismi di coscienza attraverso lo studio di alcune significative patologie cerebrali.
Il progetto è promosso dall'Università di Torino in collaborazione con il Professor Piergiorgio Strata, Presidente dell'Istituto Nazionale di neuroscienze, il professor Marc Jeannerod, Presidente dell'Institut des Sciences Cognitives di Lione e il Professor Mitch Glickstein del University College di Londra e la Sissa Medialab di Trieste.
La parte artistica è stata realizzata da: Valentina Gamba, Samantha Mc Millan, Sara Zampedri, Donato Canosa.

Il progetto è stato selezionato e presentato a:

English version - Exhibit's detailed description

Consulta le pagine dedicate al progetto

Torna su

"Nobel negati alle donne di scienza"

Questo progetto è stato pensato nel 2007, in occasione de "L'anno europeo delle pari opportunità", 365 giorni dedicati alla lotta contro le discriminazioni basate sul genere, sulla razza, sull'origine etnica, sulla religione, sulla diversità di opinione, sulla disabilità, sull'età e sugli orientamenti sessuali.

Il progetto è stato presentato:

  • Milano alla "Triennale", in occasione della manifestazione "Futuro al femminile";
  • Milano durante il premio "L'Oreal - Unesco for women in science";
  • durante la "Convention al femminile" di Air Liquide;
  • durante la Convention IBM Italia;
  • Genova, in occasione del "Festival della scienza 2007"; locandina 1 - locandina 2
  • Benevento, per la manifestazione "Donne e scienza";
  • Bologna, ospite della Regione Emilia Romagna; invito
    comunicato
  • CERN di Ginevra;
  • Settimana della scienza di Torino;
  • Parlamento Europeo di Bruxelles;
  • Roma, casa internazionale delle donne. Programma
  • Rovereto, Palazzo Alberti, un'iniziativa del Museo Civico di Rovereto in collaborazione con il MART. 24 novembre 2010 - 13 marzo 2011. Programma
  • Novara, Barriera Albertina, con il sostegno del Comune e della Provincia. 5 - 27 novembre 2011. Programma
  • Bergamo: ospite della Provincia e dell'Associazione Artigiani. Programma

Il progetto è sempre accompagnato da conferenze sul tema della discriminazione femminile.

English version

Consulta le pagine dedicate al progetto

Torna su

"Evoluti per caso - sulla rotta di Darwin"

Questo progetto è stato sviluppato in collaborazione con Patrizio Roversi e Susy Blady di "Turisti per caso".

La barca a vela Adriatica, resa famosa in Italia dalla trasmissione "Velisti per caso", ha compiuto dal dicembre 2006 al maggio 2007 uno straordinario viaggio sulle tracce della parte più significativa della rotta di Darwin (cioè quella relativa alla circumnavigazione dell'America del Sud), con a bordo gruppi di studenti, docenti e ricercatori di varie università italiane, trasformandosi così in una sorta di nave laboratorio.

Il viaggio, opportunamente filmato e narrato, è andato in onda su Raitre in 5 puntate. Questo progetto è stato l'occasione per un'iniziativa di divulgazione, concreta e coinvolgente, dell'opera del grande naturalista, anche in relazione all'attualità scientifica.

Consulta le pagine dedicate al progetto

Torna su

"La scienza attraverso le scoperte di Charles Darwin"

Il rapido sviluppo delle conoscenze sull'evoluzione, la loro applicazione a temi apparentemente molto distanti come l'epidemiologia, la scienza forense, la farmacologia e il permanere delle posizioni creazioniste, anche sotto forma di disegno intelligente, trovano nuove forme espressive soprattutto in nord America, rendono le tematiche Darwiniane molto attuali e fortemente interessanti.

Seguendo il tracciato del filone scientifico, sono state realizzate una serie di iniziative di divulgazione, diretta sia al mondo delle scuole, sia ad un pubblico più variegato per categorie e interessi.

Consulta le pagine dedicate al progetto

Torna su


"Darwin e Fitzroy, viaggiatori per caso"

In occasione del bicentenario della nascita di Darwin e del centocinquantenario dalla pubblicazione de L'origine delle specie, sarà presentato in anteprima al Festival della Scienza di Genova 2009 la conferenza-spettacolo

Con Luca Bizzarri di LE IENE e Patrizio Roversi di TURISTI PER CASO

Una produzione Teatro Cargo
Ideazione a cura di Lorenza Accusani.
Regia di Laura Sicignano
Supervisione scientifica di Telmo Pievani

Liberamente ispirato al romanzo capolavoro QUESTA CREATURA DELLE TENEBRE di Harry Thompson, questo spettacolo indaga in modo inedito ed originale il complesso rapporto tra l'aristocratico FitzRoy, impegnato a dimostrare l'uguaglianza di bianchi e neri e a difendere le verità contenute nella Genesi e il liberale Darwin, che giungerà a mettere in discussione le teorie della Bibbia, scrivendo, dopo trent'anni di ripensamenti, L'ORIGINE DELLE SPECIE, destinato a rivoluzionare il pensiero scientifico.

Consulta le pagine dedicate al progetto

Torna su