Il Progetto

darwinIl principale obiettivo di questo progetto, patrocinato dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici e realizzato con il contributo della Compagnia di Sanpaolo e di sanofi-aventis, è stato quello di promuovere e dare visibilità ai musei italiani, protagonisti di questa iniziativa che si è proposta di comunicare in modo efficace e innovativo le teorie evoluzionistiche.

Sulla scia del Progetto Sulla rotta di Darwin di “Turisti per caso”, sono state ripercorse attraverso una serie di conferenze/spettacolo le tappe del brigantino Beagle su cui Charles Darwin compì il lungo viaggio intorno al mondo e durante il quale raccolse dati e sollecitazioni che vent’anni dopo lo portarono alla formulazione della teoria sull’evoluzione delle specie e alla pubblicazione nel 1859 del libro “The Origin of Species by the Means of Natural Selection”, un’opera cardine della storia scientifica ed una delle più eminenti nel campo della biologia, di cui nel 2009 (bicentenario della nascita di Darwin) si celebrerà il 150° anno dalla pubblicazione.

Gli incontri

Sette incontri/spettacolo arricchiti da suggestive e inedite immagini provenienti dal Progetto Darwin che hanno coinvolto dal dicembre 2006 al maggio 2007, otto Università italiane i cui docenti e studenti hanno circumnavigato ed esplorato l’America del Sud, via terra e a bordo della barca a vela Adriatica, seguendo la parte più significativa della rotta di Darwin.
Queste iniziative sono state lo spazio dove alternare incontri e dibattiti a più voci e hanno offerto al pubblico l’opportunità di avvicinarsi alla scienza fra curiosità e divertimento grazie alla presenza di attori/divulgatori come Patrizio Roversi, Susy Blady, David Riondino, esperti come Mario Tozzi, affiancati a turno da uno dei docenti delle sette Università protagoniste del viaggio che hanno svolto sul campo un progetto di ricerca con gli studenti.

Questa formula ha permesso di trasmettere più facilmente gli argomenti scientifici e di scoprirne i lati più misteriosi ma anche quelli più divertenti attraverso un dialogo semplice e vivace che ha eliminato il timore, che a volte si ha nei confronti dei grandi temi scientifici. L’idea è quella di rendere più informale l’approccio alla teoria evoluzionista che è stata resa più accessibile dalla presenza di un personaggio pubblico conosciuto che sentiamo quindi più familiare. La conferenza/spettacolo è stata accompagnata dalle evocative immagini raccolte durante il viaggio proietteranno lo spettatore sulla rotta di Darwin.

Le Iniziative

sei incontri di divulgazione scientifica, svolti sulla scia dell’effetto mediatico della trasmissione televisiva “Turisti per caso” trasmessa nel mese di luglio e agosto 2007 su RAI3 in prima serata.

  • Uno a Napoli, alla Città della Scienza in occasione della conclusione del progetto televisivo, con la partecipazione di tutti i protagonisti del viaggio. Vedi archivio fotografico dell'evento.
  • Uno a Torino, al Teatro Colosseo, in occasione degli incontri di "Giovedi scienza". Introduzione di Piero Bianucci e con partecipazione di Guido Barbujani (Università di Ferrara) e Patrizio Roversi (conduttore televisivo).
  • Quattro a Genova, durante il Festival della scienza 2007. Scarica il programma delle conferenze.